Due giornate favolose trascorse in ottima compagnia tra i panorami mozzafiato delle Dolomiti!!
Abbiamo percorso circa 750 km attraversando montagne e passi ed affrontando con determinazione tornanti e belle curve, a stretto contatto con la natura.
Il primo giorno uno splendido sole ci ha accompagnato lungo il percorso, attentamente studiato da Manuel, che ci ha portato sulla Strada delle Dolomiti fino al passo del Pordoi, sfondo di numerose tappe del Giro d’Italia, come ricorda il monumento a Fausto Coppi.
E qui il nostro sguardo ha cominciato a perdersi a 360° sulla bellezza dell’imponente arco alpino e sull’azzurro terso del cielo.
Dopo una breve sosta, siamo ripartiti per il passo Gardena, uno dei 4 passi del Sellaronda con destinazione finale a Merano.
Un paesaggio spettacolare ed innumerevoli possibilità per lo sport e il tempo libero: ciclisti, motociclisti, escursionisti, amanti del trekking e delle passeggiate convivono in queste località in un felice equilibrio tra natura e modernità.
Stanchi ma felici e soddisfatti dei km percorsi, abbiamo trascorso la serata in un caratteristico locale FORSTERBRÄU gustando le tipiche specialità tirolesi accompagnate da freschi e numerosi boccali di birra.
Ci siamo svegliati in un hotel a Merano dotato di spazi per lavorare in smart working a stretto contatto con la natura ed accolti da un’abbondante e sana colazione, pronti ad affrontare il secondo giorno di montagne e di panorami. L’obiettivo era chiaro, ci attendeva il passo dello Stelvio con i suoi numerosi tornanti, partendo dal lato altoatesino della valle di Trafoi.
Una grande soddisfazione personale e di gruppo per essere arrivati in cima al più alto valico automobilistico d’Italia, circondati dalle piste di sci in ghiacciaio e dal cielo che cominciava ad annuvolarsi. Tutto il resto è stato semplice.
In sintesi Run a Meran è stato un incontro con amici dalle stesse passioni, un ritrovarsi intorno ad una piacevole tavola, un po’ di km con la pioggia, ma soprattutto tanta gioia per le giornate trascorse insieme in luoghi meravigliosi.
Un particolare grazie ad Emilio e a Ruggero, magistrali Road Captain che avevano a cuore la sicurezza dell’intero gruppo ed un grande applauso a Fabio per le originali fotografie che ha scattato. Grazie a Manuel per la cura dedicata alla definizione del percorso e un ringraziamento a tutti per la partecipazione. A presto!!

34